martedì 20 giugno 2017

Recensione - "Il mio segreto" di Kathryn Hughes

Buon pomeriggio lettori incantati!

Come va? Libera da tutti gli impegni scolastici dei miei bimbi spero di dedicare alla lettura qualche oretta in più! Oggi vi parlo di un romanzo che ha deluso le mie aspettative, una storia che sicuramente ha le sue potenzialità ma a mio parere mal sfruttate dall'autrice. Peccato!!!


Risultati immagini per il mio segreto libro immagine

"IL MIO SEGRETO"


KATHRYN HUGHES

Casa Editrice: Casa editrice Nord

Pagine: 328
Prezzo: 16,60 euro
Sinossi: qui


"Il mio segreto" è il secondo romanzo della scrittrice inglese Kathryn Hughes. La sua uscita ha da subito stuzzicato la mia curiosità tanto da chiederlo all'ufficio stampa della Casa Editrice Nord che ringrazio per avermi gentilmente omaggiata di una copia cartacea. Un po' di tempo fa lessi il suo romanzo d'esordio "La lettera", (per la recensione qui) una lettura piacevole ma nulla di impegnativo, una storia molto scorrevole e deliziosa. Questo è stato il motivo che mi ha spinto a dare una seconda possibilità all'autrice convinta di poter riscontrare nella sua seconda opera un lieve margine di miglioramento nell'elaborazione della trama, e invece, mi dispiace dirlo ma non è stato così!!! Ovviamente il confronto con il romanzo d'esordio è d'obbligo e io non riesco a non fare un paragone, ecco, forse (anzi sicuramente) questo ha penalizzato il mio giudizio su "Il mio segreto"!

Beth e Michael sono due giovani genitori preoccupati per la salute del loro piccolo, costretto a fare dialisi. Solo un trapianto di rene potrà alleviarlo da tanta sofferenza. Si corre alla ricerca di un donatore compatibile, ma purtroppo i genitori risultano positivi ai test. Beth è sola, ha perso da poco la mamma Mary, l'unica che probabilmente poteva aiutarla nel mettere luce sul passato. Determinata nel scoprire chi è veramente suo padre, Beth si impegna in una complessa ricerca che la porterà a scoprire la vera identità del padre, l'unico che potrebbe salvare la vita al piccolo Jack. Rovistando tra gli effetti personali della madre, in una vecchia scatola trova un ritaglio di giornale e una lettera...tutto ha inizio da quelle parole sbiadite dal tempo... Un tuffo nel passato è necessario per mettere ogni tassello al suo posto e porre finalmente pace al cuore di Beth!

La storia che ci viene narrata è traslata su due diversi piani temporali. Abbiamo un passato che pagina dopo pagina emerge e un presente ricco di interrogativi e attraverso un intreccio di protagonisti le varie vicende si snodano accompagnandoci all'epilogo. 
Cosa non mi ha convinta? Ho riscontrato ne "Il segreto" una trama molto simile al suo primo romanzo e nonostante io adoro le storie che oscillano tra passato e presente in questo contesto non lo preferivo, l'autrice mi è apparsa ripetitiva! E poi ad aprire le danze per la "ricerca del parente sconosciuto" sia nella sua prima opera che in questa è sempre una lettera a svelare qualche indizio...insomma si parte sempre da lì!!! I personaggi sono tanti e si compensano bene l'uno con l'altro, ma un'altra pecca purtroppo l'ho evidenziata anche nello stile narrativo. Un linguaggio troppo semplice, speravo in una scrittura più matura caratterizzata da maggiori descrizioni in modo da provare empatia con i personaggi e la storia. Ovviamente nonostante il mio personale disappunto verso alcuni aspetti che da lettrice non posso far finta di non notare non mi sento di bocciare del tutto questa storia. "Il mio segreto" si legge velocemente, i colpi di scena non mancano, necessari a spingere il lettore verso la soluzione del caso e regala qualche oretta di totale relax. 

Una letture adatta a chi è in cerca di qualcosa di poco impegnativo ma comunque stimolante e godibile. 

venerdì 9 giugno 2017

Recensione - "Le madri" di Brit Bennett




Risultati immagini per le madri libro immagine

"LE MADRI"


BRIT BENNETT


Casa Editrice: Giunti

Pagine: 325
Prezzo: 18,00 euro
Sinossi:qui



"Le madri" è lo strepitoso romanzo d'esordio della giovane scrittrice statunitense Brit Bennett. Strepitoso è dir poco, perché nelle sue pagine è racchiusa una storia che ha come protagoniste le "madri" unica ragione di vita di ogni essere umano. Ma chi siamo veramente noi madri? Chi può giudicarci e dirci cosa sia giusto e cosa no? Non esistono corsi, non esistono lauree, non esistono manuali, madri si è sin da subito da quando un piccolo cuoricino batte dentro di noi, un istinto primordiale che accomuna ogni donna...o almeno dovrebbe!

Voliamo sulla costa californiana e precisamente a Oceanside, dove le estati non tramontano mai così come il chiacchiericcio delle "madri" della comunità della Upper Room Chapel. "Le madri" sono un gruppo di donne avanti con l'età, unite da un bel bagaglio di esperienza fatto di amori, lavoro e talvolta anche di sacrifici. Si riuniscono periodicamente presso la Upper Room per pregare, aiutare il prossimo e scambiarsi pregiudizi positivi e non nei confronti dei confratelli. Sono loro ad aprire ogni capitolo, facendo da coro alla storia di Nadia Turner, giovane diciassettenne innamorata del figlio del pastore, Luke. Nadia, reduce da un grave lutto (la mamma si suicida senza un apparente motivo) vive con il padre, figura scostante e braccio destro del pastore. Lui con il suo furgoncino aiuta l'intera comunità, discostandosi dal dolore causato dalla perdita della moglie e involontariamente allontanandosi anche dalla figlia diventata ormai una "donna". Attraverso le voci delle "madri" veniamo a conoscenza di un segreto che unirà a vita i due protagonisti, Nadia e Luke e di riflesso anche la cara e unica vera amica di lei, Aubrey. Nadia, Luke e Aubrey formano un perfetto triangolo all'interno del cui perimetro bugie, amori, segreti, vite spezzate e desiderate colmano l'intera area. 

Non voglio soffermarmi molto sulla trama e non mi va di trapelare altro, questo romanzo va letto! Il tema della maternità filtra in ogni sua sfumatura ogni qualvolta voltavo pagina. La trama scorre fluida come le acque di un fiume increspandosi nei giusti punti e invitando il lettore alla riflessione. Ho notevolmente gradito la prospettiva attraverso la quale ci viene raccontata la storia dei protagonisti. Questo aspetto ha reso la narrazione affascinante e non vi nascondo che non vedevo l'ora di finire il capitolo per conoscere e scoprire qualcosa in più sulle madri. Ho avuto la sensazione di stare a casa di mia nonna e ascoltare una storia intrisa dai suoi bigotti giudizi...
"Le madri" è uno di quei romanzi che una volta finiti lasciano il segno, vanno assorbiti e nonostante io mi sforzi ad arrivare ad una conclusione mi riesce impossibile trovare una risposta. 

Madri in attesa di concepire un figlio, madri il cui figlio non ha mai visto la luce del sole, madri di figli altrui, madri che abbandonano il proprio figlio, donne di grande coraggio e caparbietà perché anche se si prendono decisioni contro la propria natura dietro si nasconde tanta solitudine e sempre una grande paura...mai giudicare, ma avvolgere tutte le madri del mondo in un immenso e caldo abbraccio.

sabato 3 giugno 2017

Novità in libreria - Giugno 2017

Ben ritrovati cari lettori, come va? Cosa fate di bello in questo primo week end di Giugno? Io ho quasi terminato "Le madri", un romanzo che mi sta sorprendendo per la sua intensità, spero di parlarvene al più presto! In attesa della mia recensione vi lascio in compagnia di alcune uscite librose molto interessanti, magari da portare in spiaggia sotto l'ombrellone! Vi abbraccio tutti, buona lettura!




Copertina Il respiro delle anime

Titolo: Il respiro delle anime

Autore: Gigi Paoli
Casa editrice: Giunti 
Pagine: 416
Prezzo: 15,00 euro
Data di pubblicazione: Giugno 2017

Sinossi: E' una torrida mattinata di luglio, le scuole sono ormai chiuse e sulle strade semideserte di Firenze e dintorni è calato un silenzio irreale, ma Carlo Alberto Marchi, tenace cronista e instancabile padre-single, continua inesorabilmente a svegliarsi alle sette e dieci. Non resta che mettersi in viaggio verso ''Gotham City'', l'avveniristico Palazzo di Giustizia nella periferia della città - nonché uno dei dieci edifici più brutti del mondo secondo svariate classifiche - e andare a caccia di notizie sull'allarmante ondata di morti per overdose che negli ultimi mesi ha colpito la città. Un'inchiesta con cui il direttore del ''Nuovo Giornale'' sta marcando stretti il reporter e il suo collega, ''l'Artista'', che con la loro tendenza all'insubordinazione non godono certo delle sue simpatie... Ma a scombinare l'agenda di Marchi arriva una notizia che gli fa subito drizzare le antenne: nella notte, a pochi passi da Gotham, un ciclista è stato ucciso da un'auto pirata scomparsa nel nulla. Un banale incidente? Solo all'apparenza. Perché se si aggiunge che la vittima era il dirigente americano di una nota azienda farmaceutica, e che solo pochi giorni prima era rimasto coinvolto in una retata in un ambiguo locale del centro, il caso si fa piuttosto interessante. Molte e intricate sono le piste che si aprono davanti alle forze dell'ordine e a chiunque abbia voglia di vederci chiaro: una lugubre villa dalle finestre murate, un misterioso iPhone placcato d'oro, un barbone che forse dice la verità, un pericoloso boss della malavita... Marchi si troverà alle prese con l'inchiesta più complessa, torbida e inquietante della sua carriera.Dopo il successo di ''Il rumore della pioggia'', Gigi Paoli e il suo irresistibile protagonista tornano con un giallo di grande suspense che ci guida negli anfratti più oscuri di una Firenze inedita e misteriosa.



Copertina Un luogo a cui tornareTitolo: Un luogo a cui tornare
Autore: Fioly Bocca
casa Editrice: Giunti
Pagine: 240
Prezzo: 12,90 euro
Data di pubblicazione: Giugno 2017

Sinossi: ''Sempre così, ogni volta la stessa storia'' pensa con rabbia Argea mentre guida veloce per le strade battute da una pioggia torrenziale. Le lacrime che le offuscano la vista, la musica alta, il movimento ipnotico dei tergicristalli. Poi, all'improvviso, una sagoma scura le si para davanti.Argea si risveglia in ospedale, accanto a lei c'è Gualtiero, il suo fidanzato, lo stesso che quella sera le ha dato buca per l'ennesima volta. Via via che la mente si snebbia, si fanno largo i sensi di colpa: ha investito un passante? Lo ha travolto con la sua auto?
Solo qualche stanza più in là, nel reparto di terapia intensiva, Zeligo è in coma. Le uniche cose che ha con sé sono una carta di identità scaduta e la foto di un bambino. L'ispettore dice che si tratta di un rifugiato bosniaco, un senzatetto, probabilmente ubriaco. Nessuno viene mai a trovarlo.
Spinta dai rimorsi e dall'inquietudine per una vita che non la soddisfa del tutto, Argea comincia a fare visita a Zeligo e, quando l'uomo finalmente si risveglia, scopre la sua straziante storia. E' così che viene a contatto con un mondo sommerso, doloroso ma anche libero da ogni vincolo, che la attrae e la spaventa al tempo stesso. Determinata ad aiutare Zeligo, Argea non sa ancora che, proprio come hanno predetto i tarocchi, grazie a questo incontro tutto nella sua vita è destinato a cambiare.
Con il suo stile poetico e delicato, Fioly Bocca ci regala un romanzo di profonda umanità sul coraggio di scegliere di amare, nonostante tutto.


Una donna pericolosa

Titolo: Una donna pericolosa

Autore: Jill Alexander Essbaum
Casa editrice: Feltrinelli
Pagine: 304
Prezzo: 9,90 euro
Data di pubblicazione: Giugno 2017

Sinossi: Anna Benz, un’americana di quasi quarant’anni, vive con il marito Bruno, un banchiere svizzero, e i loro tre bambini in un sobborgo da cartolina di Zurigo. Ma nonostante la vita agiata e ben inquadrata, dentro sta cadendo a pezzi. Sempre più incapace di relazionarsi con Bruno, emotivamente distante, o addirittura con i propri pensieri e sentimenti, Anna si butta a capofitto in nuove esperienze per risvegliarsi dal torpore: un corso di tedesco, un’analisi junghiana e una serie di avventure sessuali che si concede con una facilità della quale è la prima a stupirsi. Solo nel fuoco della carne Anna trova la conferma di essere ancora viva, ma ben presto deve affrontare le conseguenze delle proprie azioni. Perché anche l’adulterio ha le sue leggi: lasciare un amante ha un costo e tornare a essere una brava moglie non è così semplice. Come scegliere tra gli obblighi famigliari e i propri desideri più intimi? Come rinunciare a se stessa? Le tensioni e le bugie aumentano, fino a perderne il controllo. Navigando lungo il labile confine tra amore e lussuria, giusto e sbagliato, Anna scoprirà cosa succede quando si arriva al punto in cui non si può più tornare indietro. Un esordio eccezionale: intimo, intenso e scritto con la precisione di un coltellino svizzero. Un’eroina tormentata e conturbante, le cui passioni e scelte scatenano nei lettori risposte viscerali.



Risultati immagini per donne che comprano fiori libro immagineTitolo: Donne che comprano fiori
Autore: Vanessa Montfort
Casa editrice: Feltrinelli
Pagine: 384
Prezzo: 15,00 euro

Sinossi: Nel cuore del barrio de las Letras, il quartiere più bohémien di Madrid, tra stradine pedonali e piazzette ombreggiate, proprio dove si narra che abbiano vissuto Cervantes e Lope de Vega, esiste una piccola oasi verde ricca di fascino e profumi: il Giardino dell’Angelo, il regno fiorito di Olivia.
Nel suo negozio, all’ombra di un olivo centenario, si incrociano le vite di cinque donne che comprano fiori. Tutte all’inizio lo fanno per gli altri, mai per sé: Victoria li compra per il suo amante segreto, Casandra per ostentarli in ufficio, Aurora per dipingerli, Gala per donarli alle clienti del suo showroom e l’ultima, Marina, per una persona che non c’è più.
Dopo la perdita del marito, infatti, Marina si sente completamente smarrita: per troppo tempo ha accettato il ruolo della copilota, lasciando a lui il timone della loro vita insieme. Mentre cerca disperatamente un modo per rimettersi in piedi, si imbatte per caso in Olivia e accetta di lavorare nel suo Giardino. Lì conoscerà le altre quattro donne, molto diverse tra loro, ma che, come lei, stanno attraversando un momento cruciale della propria esistenza per motivi lavorativi, sentimentali, familiari o di realizzazione personale.
Dall’incontro tra loro e l’eccentrica e saggia fioraia nascerà una stretta amicizia da cui dipenderà la svolta che prenderanno le loro vite.
Un romanzo intenso e pieno di passione, un viaggio nei sogni e nei desideri delle donne di oggi, alla conquista dell’indipendenza.
Ci sono donne che comprano fiori, e altre che non li comprano. Questo è quanto.





Risultati immagini per la locanda dove il mare parla piano libro immagineTitolo: La locanda dove il mare parla piano
Autore: Emma Sternberg
Casa Editrice: Sperling & Kupfer
Pagine: 360
Prezzo: 18,90 euro

Sinossi:Quando Linn perde in un solo giorno fidanzato, casa e lavoro, impara due grandi lezioni. La prima: mai mettere tutta la tua vita in mano a un uomo. La seconda: mai disperare, perché la vita stessa sa sempre come sorprenderti. Di lì a poche ore, infatti, un certo Mr. Cunningham, «cacciatore di eredi», spunta dal nulla con una notizia sensazionale: Linn ha ricevuto una casa negli Hamptons da una fantomatica zia d'America. Lasciata la Germania con il primo volo per New York, Linn scopre così la Sea Whisper Inn, ovvero la locanda Sussurro del Mare: un'antica villa, un tempo adibita a pensione, dotata di parco, discesa al mare e - nuova sorpresa - cinque inquilini fissi. Sono i migliori amici della zia, cinque arzilli vecchietti che sanno come godersi la vita, tra Manhattan ghiacciati e riposini pomeridiani. Mentre Linn tenta di escogitare un piano per salvare dai debiti la casa e magari riaprirla ai turisti, è sempre più conquistata dai fantastici cinque e dai loro racconti affascinanti su zia Dorothy e sulla vita glamour che si era reinventata dopo la fuga dall'Europa. Ma in quella storia manca un dettaglio fondamentale, un segreto struggente di cui resterebbe traccia solo in un quadro, misterioso e introvabile. Proprio la ricerca di quel dipinto scomparso permetterà a Linn di aprire una porta su quel passato… e fare finalmente luce sul proprio futuro.



Ebook Victoria Goodwin, Daisy

Titolo: Victoria

Autore: Daisy Goodwin
Casa Editrice: Sonzogno
Pagine: 432
Prezzo: 19,50 euro

Sinossi: Vittoria ha solo diciott'anni quando, nel 1837, la morte dello zio Guglielmo IV la innalza al trono d'Inghilterra. Esce da un'adolescenza malinconica e nei suoi primi giorni da regina viene guardata a vista dalla madre e dall'onnipresente e ambizioso Sir Lord Conroy, che esercita una grossa influenza sugli affari di stato e si sente minacciato dal carattere indipendente della giovane sovrana. Sebbene il potere la seduca fin da subito e le conferisca una straordinaria energia, le prime mosse dell'inesperta Vittoria sono però piuttosto avventate, soprattutto quando solleva pesanti, e ingiusti, sospetti contro l'inseparabile dama di compagnia di sua madre, accusata di intrattenere una relazione con l'odioso Conroy. Questo e altri passi falsi gettano una luce sinistra sulla regina, che non piace né al parlamento né ai sudditi. Gli scandali si succedono, insieme agli intrighi della corte per ostacolare la sua ascesa. Inoltre, agli stentati inizi sembra che stia per aggiungersi un matrimonio di pura convenienza dinastica. E invece... Le nozze con il cugino Albert si riveleranno il felice punto di svolta della vicenda pubblica e sentimentale di Vittoria d'Inghilterra, destinata, grazie alla non comune abilità politica e all'intrepida personalità, a segnare l'Ottocento britannico e a diventare una delle più grandi figure femminili della storia. Pochi sovrani possono vantarsi di aver imposto il proprio nome a un’intera epoca e la regina Vittoria è uno di questi rari esempi. Dal 1837 al 1901 Vittoria ha guidato le sorti della Gran Bretagna. Lo scontro politico con il potente sir John Conory, la giovane età, il matrimonio con il cugino Albert, i nove figli, le leggi per la diminuzione dell’orario di lavoro femminile e infantile, l’emofilia che colpisce il ramo maschile della famiglia reale, la riforma scolastica, la prima esposizione universale del mondo, la rivoluzione industriale, il colonialismo, sono tutti elementi interconnessi nella vita di questa sovrana. Il pubblico e il privato si mischiano e per raccontare l’epoca vittoriana si deve guardare tanto alle decisioni politiche quanto all'ambito familiare e ai giochi di corte. “Victoria” di Daisy Goodwin descrive tutto questo e molto di più. Dopo una serie televisiva di grande successo, una delle più attese biografie è ora in stampa.






venerdì 26 maggio 2017

Recensione - "Fore Morra" di Diego Di Dio




Risultati immagini per fore morra libro immagine

"FORE MORRA" 


DIEGO DI DIO

Editore: Fanucci Editore
Pagine: 314
Prezzo: 12,90 euro cartaceo

Sinossi: qui



Chi mi segue ha avuto modo di  intuire dalle mie letture  la poca predisposizione verso i thriller, quindi di conseguenza quando decido di imbattermi in questo genere di storie ci penso su due volte. Il motivo per il quale non amo particolarmente le storie sporche di sangue e orrore è perché mi mettono ansia... è un mio limite lo ammetto! Scommetto che vi starete chiedendo perché allora "Fore Morra"? Diversi sono stati i punti a suo favore, primo fra tutti il posto in cui la storia viene ambientata, la mia Napoli, secondo, le tante recensioni positive lette, inoltre la trama per nulla banale ed infine il momento giusto, avevo bisogno di qualcosa di forte che mi scuotesse dal mio torpore letterario. Tutti elementi che messi insieme hanno notevolmente inciso sulla sua scelta!


Frattamaggiore, reagisce alla rapina del suo scooter: giovane ferito a colpi di pistola | Report Campania
I protagonisti sono due serial killer Alisa e Buba, il loro compito è quello di eseguire omicidi su commissione rispettando una sola regola, non toccare mai i bambini. Alisa e Buba sono due personalità diverse; Buba è un uomo possente, muscoloso e dal passato oscuro, su di lui l'autore non ci svela troppo concentrando invece la sua attenzione sul personaggio di Alisa. Alisa è una donna combattiva che fa del suo coraggio un punto forte. Una donna dall'infanzia e dall'adolescenza non semplice, contaminata dalla povertà, dalle violenze e dalle cattiverie di chi le stava vicino. Un papà troppo impegnato su come emergere nel mondo della criminalità e intriso nel ricordo di sua moglie da considerare sua figlia Alisa un bersaglio da annientare e distruggere. Psicologicamente riesce nel suo intento... Ricordi che riaffiorano di continuo le fanno ricordare da dove proviene e cosa è destinata a fare. Alisa si fa strada sgomitando nella fitta rete criminale, cerca di innamorarsi, di coltivare amicizie vere ma sarà l'incontro con Buba a segnarla. 
Alisa e Buba vengono commissionati a uccidere un piccolo camorrista non sapendo che in realtà è stata organizzata una trappola contro di lei. "Qualcuno" la cerca e la vuole viva! Alisa diventa il bersaglio del "boss", ma chi è veramente il "boss" e cosa vuole da Alisa? Una continua lotta alla sopravvivenza tiene il lettore col fiato sospeso in bilico tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Ho notevolmente apprezzato l'oscillazione temporale tra il passato e il presente. In alcuni capitoli riviviamo il passato di Alisa mentre in altri il presente ci accompagna alla fine.

"Fore Morra" è un romanzo ricco di azione, condito da un pizzico di speranza e da una buona dose di coraggio dalle tinte rosa. Diego Di Dio ha descritto una realtà, quella della camorra, del male che predomina sul bene e  di contesti sociali degradati con grande maestria senza forzature, semplicemente raccontando l'esistenza di un mondo invisibile alla legalità.  L'autore ha scandagliato le organizzazioni camorristiche, fatte di boss, di spaccio, di prostituzione e regolamenti di conti, mettendo nero su bianco il lato buio di una Napoli e di alcuni paesi limitrofi che non vorremmo mai vedere. 
Un ritmo narrativo serrato accompagna la lettura in tutte le sue trecento quattordici pagine. Agguati, sparatorie e spargimenti di sangue sono descritti in ogni dettaglio da far immaginare al lettore ogni scena come se stesse guardando un film. Immagini vivide scorrono nella nostra mente alzando il livello di adrenalina e spingendoci inevitabilmente verso l'epilogo. 
Consigliatissimo!

sabato 20 maggio 2017

Releaze Blitz - "Tander dentro di noi l'energia dei fulmini" di Cristina Vichi



Buon pomeriggio lettori incantati, come va? Io sono reduce da una settimana super impegnativa e non vi nego che ho letto pochissimo, spero di rimediare nella prossima settimana e recuperare qualche lettura, vedremo! 

Il post di oggi è dedicato all'uscita del nuovo romanzo di Cristina Vichi dal titolo "Tander dentro di noi l'energia dei fulmini". Ho avuto l'occasione in passato di leggere e recensire due opere della stessa autrice, in quel caso si trattava di romanzi storici. Il suo stile fresco e lineare, le sue trame accattivanti e ricche di suspance ed infine il suo tocco fiabesco  hanno fatto di Cristina Vichi una delle mie scrittrici preferite di selfpublishing. "Destini ingannati" per la recensione qui - "Celeste l'ardore di una donna" per la recensione qui - "Celeste la forza di una regina" per la recensione qui.

Ora vi lascio curiosare la trama della sua ultima fatica, il genere non è più quello storico, che io personalmente amo, ma ci troviamo davanti ad un Urban Fantasy. Vi consiglio di dare un'occhiata e magari leggerlo, posso assolutamente garantirvi che l'autrice merita una possibilità!!!



Risultati immagini per tander: dentro di noi l'energia dei fulmini libro immagine

Titolo: Dentro di noi l'energia dei fulmini

Autore: Cristina Vichi
Genere: Urban Fantasy
Editore: Selfpublishing
Pagine: 315
Prezzo: 2,99 euro ebook - 12,00 euro cartaceo
Pubblicazione: 20/05/2017





TRAMA


Niki ha diciotto anni e, come tutte le ragazze della sua età, si prepara ad affrontare l’ultimo anno delle superiori, con conseguente esame di maturità.
Da quel primo giorno di scuola, però, di normale nella sua vita rimane ben poco.
È l’arrivo di Erkan, un ragazzo affascinante e pericoloso, a sconvolgere ogni equilibrio e non solo nel suo cuore.
Ben presto Niki si ritrova catapultata al centro di segreti che per millenni hanno governato l’universo, senza che gli umani ne avessero mai saputo nulla.

I Tander e le Dee della Natura sono esseri con doti soprannaturali che vivono sulla terra con leggi e scopi ben precisi. Nelle vene di Erkan scorre l’energia irrefrenabile dei fulmini, e solo quando conosce Niki capisce che la forza dell’amore è ancora più difficile da controllare.






BIOGRAFIA


Cristina Vichi vive a Riccione, insieme al marito e tre figli.
Ha sempre amato molto inventare storie, ma dopo la stesura del primo romanzo la scrittura diventa una passione vera e propria. L’incontro con la Editor Emanuela Navone è illuminante, perché le permette di sperimentare l’universo della scrittura con maggior consapevolezza e nuovi stimoli.
Quando si conclude un romanzo non conta solo il risultato in sé, ma soprattutto il percorso che l’autore ha compiuto per arrivare a mettere la parola fine alla sua opera.
Di seguito le sue opere:

“Celeste: L’Ardore di una Donna” (Seconda edizione: 24/07/2016). Romance/Avventura autoconclusivo e prequel di “Celeste: La Forza di una Regina”.

“Destini Ingannati” (Seconda edizione: 06/01/2017). Romance/Mistery autoconclusivo.

“Celeste: La Forza di una Regina” (10/08/2016). Romance/Avventura autoconclusivo e sequel di “Celeste: L’Ardore di una Donna”.

“E se poi te ne penti?!” (01/12/2016). Romance/Humor, autoconclusivo.

“Tander: Dentro di noi l’energia dei Fulmini”(20/05/2017). Urban/Fantasy autoconclusivo.